Blockchain per la prossima generazione di veicoli

Gli Autonomous Driving Vehicles sono in grado di percepire il loro ambiente e gestire la navigazione senza la necessità di ricevere input umani. La tecnologia che è alla base dei veicoli a guida autonoma sta rivoluzionando il trasporto di merci e persone. In questo articolo esaminiamo come la blockchain technology può essere implementata alla guida autonoma.

INTRODUZIONE

La guida automatica rappresenta una delle sfide più importanti per il settore automotive. I veicoli a guida autonoma sono caratterizzati da un alto livello di efficienza ma anche da un aumento del volume di dati prodotti e del numero di dispositivi intelligenti collegati ai veicoli. La progettazione di infrastrutture decentralizzate basate sulla logica blockchain sta cambiando il settore dei trasporti, le spedizioni e la logistica. In questo articolo esaminiamo in dettaglio come la blockchain può rendere più efficienti sistemi automatizzati come gli Autonomous Vehicles, sistemi che presentano già molti vantaggi ma che necessitano di un know how per gestire la sicurezza legata al loro utilizzo. Una possibile soluzione ai problemi di sicurezza degli AV risiede nell'uso della tecnologia blockchain che offre un registro decentralizzato e distribuito non decifrabile perché protetto da crittografia. Attraverso la blockchain i tentativi di accesso non autorizzato ai sistemi di controllo per gli AV o ai dati da essi raccolti sarebbero riconosciuti e respinti quasi istantaneamente, mantenendo al sicuro sia i conducenti che i pedoni. Anche se la sicurezza della blockchain venisse in qualche modo attaccata, gli effetti sarebbero minimi rispetto a un server centralizzato che potrebbe fornire l'accesso a tutti i veicoli contemporaneamente. Per operare in sicurezza in un sistema di traffico imprevedibile, gli AV devono essere in grado di raccogliere e analizzare enormi quantità di dati in tempi molto brevi, dell’ordine dei millisecondi. In caso di incidenti stradali, la velocità di reazione del sistema può rappresentare la differenza tra la soglia di sicurezza e gli effetti irreversibili. Sebbene su un qualsiasi sistema AV possano verificarsi incidenti, un metodo efficace e rapido di gestione dei dati potrebbe ridurli al minimo. Blockchain può essere la soluzione che gli AV richiedono al problema della velocità di reazione e di analisi dei dati. Infatti la tecnologia blockchain potrebbe fornire agli AV la capacità di interpretare centinaia di informazioni al secondo, consentendo loro di reagire costantemente agli eventi e pronti ad agire più velocemente di quanto qualsiasi umano possa fare. Sebbene la maggior parte della ricerca che orbita attorno agli AV esalti le virtù dei loro sistemi di intelligenza artificiale, sensori altamente avanzati e processi di apprendimento automatico, potrebbe essere una blockchain a facilitare la loro definitiva diffusione su larga scala e l' implementazione tecnologica. La trasparenza e la facilità d'uso di blockchain potrebbero favorire un enorme ecosistema di veicoli autonomi ed essere da spinta per l’innovazione e la maggiore fiducia tra produttori e utenti della strada.

BLOCKCHAIN NEI SISTEMI DI TRASPORTO

Come funziona esattamente blockchain nella gestione dei trasporti? Innanzitutto blockchain permette a piloti e passeggeri di comunicare direttamente tra loro senza l’intervento di intermediari. Per quanto riguarda il trasporto urbano blockchain permette di accedere al trasporto nella propria città e guadagnare token utili per caricare i mezzi di trasporto come auto, moto e scooter. Anche la logistica risulta fortemente innovata grazie alle consegne decentralizzate che permettono di inviare e ricevere colli con la semplice pressione di un pulsante. I veicoli autonomi comunicano tra loro e con i fornitori di servizi per consegne, addebiti e gestione della manutenzione. Tramite blockchain è anche possibile condividere la propria auto sulla rete e guadagnare token. La blockchain consente di avere un registro verificabile di dati storici, oltre a un sistema completamente decentralizzato che non è controllato da alcuna autorità centrale, banca o società. Si crea cosi’ uno standard di pagamento globale tra i veicoli e la loro infrastruttura di supporto, basato su un contratto intelligente che consente una cooperazione tra più veicoli e fornitori di servizi. [...]

ATTENZIONE: quello che hai appena letto è solo un estratto, l'Articolo Tecnico completo è composto da ben 2290 parole ed è riservato agli ABBONATI. Con l'Abbonamento avrai anche accesso a tutti gli altri Articoli Tecnici e potrai fare il download in formato PDF eBook e Mobi per un anno. ABBONATI ORA, è semplice e sicuro.

Scrivi un commento