Elettrificare i veicoli: un’auto e il suo dramma

La Casa Bianca ha pubblicato una relazione il 14 luglio, dichiarando che i fondi federali stimolano la rapida diminuzione dei costi per le auto elettriche. Una volta tacciata come un incidente tecnologico, l'auto elettrica appare ora quasi pronta per le strade dei consumatori americani. Il prezzo è sceso rapidamente, in parte a causa dei 12 miliardi dollari che il governo federale ha erogato per i veicoli alternativi. Di questi, 5 miliardi dollari sono stati destinati per trasformare altri veicoli tradizionali in veicoli elettrici.
Le automobili elettriche costeranno tra i $ 25.000 e $ 35.000, oltre i crediti di imposta, entro la fine di questo anno. Questo dato è nettamente inferiore rispetto ai 100 mila dollari che erano necessari prima dell’American Recovery e Reinvestment Act del 2009.

Il prezzo delle auto elettriche è in calo perché i produttori sono stimolati e finanziati per la produzione di batterie più a buon mercato.
Non molto tempo fa, per la batteria di un veicolo elettrico con una gamma di 100 miglia il costo era di 33 mila dollari. Entro la fine del 2015 alcuni tipi di batterie dovrebbe costare 10.000 dollari. Il prezzo delle batterie per i plug-in veicoli ibridi, o PHEVs, sta cadendo troppo in fretta. Le PHEV possono viaggiare fino a 40 miglia con l’elettricità e quindi automaticamente passare alla benzina. Al prezzo di circa $ 13.000 nel 2009, le batterie PHEV dovrebbero costare solo 6.700 dollari nel 2013 e 4.000 dollari nel 2015.
La nuova auto elettrica è vista come un modo per ridurre la dipendenza dal petrolio, che fornisce attualmente il 95% del nostro carburante per autotrazione.

Ma l'auto elettrica ha diverse storie collaterali interessanti. L'elettricità è più conveniente rispetto alla benzina. Quindi, i consumatori dovrebbero trovarsi a pagare l'equivalente di soli $ 1/gallon per alimentare le auto elettriche. I ricercatori hanno anche ipotizzato un costo di energia elettrica del 9,4 cent / kWh il costo di energia elettrica. Mentre la verità è che il prezzo dell'energia elettrica varia in modo significativo a livello nazionale, e il costo della guida di un auto elettrica varierà di conseguenza. Per esempio, nel Dakota del Nord l’elettrico costa circa 7 centesimi / kWh, mentre in Connecticut 19 centesimi / kWh.
Mantenere bassi i costi di gestione dipenderà dalla diffusa applicazione da parte delle utilities e dalla volontà dei consumatori di usufruire di energia elettrica. I prezzi poi cadono di notte quando la domanda diminuisce, così i pianificatori della rete elettrica sperano che i consumatori ricaricheranno le loro auto di notte.

Altrimenti si possono costruire centrali elettriche in più per accogliere le vetture. La riduzione dei costi di notte, dovrebbe contribuire a incoraggiare i consumatori a viaggiare di notte. Ma il comportamento dei consumatori è difficile da prevedere.
Un'altra storia simile è che il veicolo elettrico dà ai consumatori la possibilità di agire come produttori di energia. Le batterie per auto sono in grado di memorizzare potenziale che i consumatori possono rivendere alle loro utilità locali, magari a prezzi . E, infine, sembra che l'auto elettrica contribuirà a creare posti di lavoro negli Stati Uniti per la loro fabbricazione. Il rapporto della Casa Bianca dice che nel 2009, ci sono state solo due fabbriche di batterie per veicoli avanzati. Quelle fabbriche hanno prodotto meno del 2 per cento delle batterie per veicoli avanzati del mondo. Entro il 2012, gli USA dovrebbero avere 30 fabbriche, con una quota di mercato e il 20 per cento entro il 2015 la quota di mercato potrebbe essere del 40 per cento. (da Renewableenergyworld)

Scarica subito una copia gratis

Una risposta

  1. Salvatore Scaramuzzino 21 Luglio 2010

Scrivi un commento

Seguici anche sul tuo Social Network preferito!

Send this to a friend