Open Source e opportunità professionali: ecco Archiduino

Arduino è un nome, ormai, estremamente noto, i suoi meriti sono indiscussi ed enormi. E come tutti i progetti Open Source, quindi sia Open Hardware sia Open Software, ha dato il via ad una serie di progetti paralleli stimolando la creatività di professionisti ed aziende, oltre che dei makers. Ma chi l'ha detto che ci sono solo loro e non le aziende? Oggi vi presentiamo Archiduino, un progetto che, partendo da Arduino Leonardo, amplia le potenzialità della scheda fornendo nuovi strumenti agli utenti. Buona lettura.

La bellezza dell'Open Source sta proprio nel fatto che stimola tutti quelli che coinvolge a fare di più, a fare di meglio a superare i limiti che riguardano sia le prestazioni sia le capacità personali. Questo spirito è l'anima del progresso e proprio per questo motivo molte aziende ne hanno approfittato.
Esistono, però, fortunatamente, esempi virtuosi di realtà aziendali che continuano a sviluppare a partire da un progetto Open Source rimanendo Open Source.

Conoscete tutti Arduino Leonardo, vero? Si tratta di una delle molte schede appartenenti alla famiglia Arduino, ben più performante e versatile della sua versione base, UNO. Di queste schede abbiamo analizzato tanto, visto diverse applicazioni e soprattutto ci siamo soffermati sugli inevitabili limiti che è bene mettere in evidenza, soprattutto in termini di certificazione e commercializzazione.
Oggi diamo il benvenuto ad un nuovo progetto, Archiduino, una piattaforma completamente Open Source con un Controller programmabile, perfettamente compatibile con Leonardo.
Forte di queste esperienze, il progetto si basa sull'implementazione di alcune risorse che, utilizzando semplicemente Arduino, sarebbero non disponibili immediatamente. Servirebbe, probabilmente, per ciascuna di esse, un modulo aggiuntivo, quelli che chiamiamo shield. Le funzionalità in oggetto sono tra le più indispensabili:

  • un orologio RTC;
  • una EEPROM esterna;
  • una SD card (opzionale);
  • predisposizione per il collegamento con LCD.

Ma qual è il vero valore aggiunto? Sicuramente la molteplicità di moduli di interfaccia di I/O resi disponibili. Inoltre è anche possibile lavorare per il condizionamento segnale: la scheda base è dotata, infatti, di 12 slot che possono essere utilizzati a questo scopo grazie al montaggio verticale di moduli, e questo consente di ottenere un dispositivo comunque compatto ma con un buon grado di interazione.

Il progetto ha un obiettivo ben preciso e cioè quello di ottenere un dispositivo flessibile ed adattabile ad esigenze diverse. Molto spesso, quando utilizziamo Arduino, soprattutto per progetti semplici, molti pin restano inutilizzati, anche quando è necessario utilizzare moduli aggiuntivi per sfruttare le caratteristiche oppure i dispositivi che ci interessano.
Il vantaggio della piattaforma Archiduino è che funziona esattamente come una scheda madre, da dotare delle funzionalità richieste dal progetto e solo di quelle.
I moduli possono anche essere facilmente sostituiti da un relais di potenza, portata massima di 10 A.

Vi ricordate di Archimede? Ce ne siamo occupati notando quanto fosse intelligente ed utile come soluzione; ha a bordo una CPU ARM Cortex M4, il che la rendeva una piattaforma molto interessante. Il progetto, però, nel corso del tempo, si è evoluto e con la stessa mentalità è nato Archiduino, un controller modulare programmabile e pienamente compatibile con Arduino Leonardo.
Il nome è naturalmente un gioco di parole che sta a significare che la CPU è stata sostituita, ora monta un AVR ATmega32U4 a 16 MHz. Questa soluzione viene facilmente incontro a tutti gli utenti che abbiano già sviluppato in ambiente Arduino.
Il sistema, col quale è possibile sviluppare a prescindere dall'utilizzo di Windows oppure del Framework .net, è molto ambizioso ed ha un valore aggiunto rispetto ad Arduino Leonardo e cioè quello di poter lavorare con un gran numero di ingressi e uscite contemporaneamente.
Queste caratteristiche, insieme con la compattezza del sistema, sono apprezzabili anche nei progetti più semplici.

Parlando di applicazioni, esattamente come Archimede, anche Archiduino è una piattaforma molto attenta all'automazione con particolare riferimento alla domotica.
Uscita relais, ingressi digitali optoisolati, interfaccia seriale RS232 ed altre caratteristiche, come il display LCD con pulsantiera, sono la dimostrazione che l'interazione uomo macchina e l'automazione sono il vero obiettivo di Archiduino.
E se vi state chiedendo che altro può servire, sappiate che i campi applicativi sono tra i più svariati e spaziano dalla didattica fino all'acquisizione e registrazione dei dati passando per i sistemi di allarme e di controllo di accessi e presenze. È ovvio anche che i robot domestici potrebbero essere estremamente più funzionali se dotati di questa scheda.

Un aspetto tutt'altro che trascurabile è la possibilità di alloggiare il tutto in un contenitore DIN; non sottovalutate affatto questa possibilità perché si tratta di un formato standard il che vuol dire che il vostro sistema può essere operativo da subito ed integrato all'interno di un quadro senza che questo causi il minimo problema. E questo vi renderà anche più facile la certificazione.

Tutto quello che abbiamo detto finora vale per la versione base di Archiduino ma ne esiste una versione con dotazione più completa, il Plus Kit. Questa soluzione comprende già al suo interno il box DIN ed il display LCD.

Ma analizziamo più nel dettaglio la dotazione per capire esattamente che cosa vi potrebbe servire a seconda delle specifiche esigenze.
Come abbiamo detto, esistono già due ingressi optoisolati a bordo, il che significa che se volete sperimentare questa tecnica, acquistando il kit non avrete bisogno di comprare null'altro per le vostre applicazioni. Arduino Leonardo, invece, richiede un modulo esterno.
Se avete bisogno di due uscita relais, il kit Plus vi consentirà di utilizzare quello di serie per garantirvi il primo, richiederà un solo modulo esterno (per averne due in totale). Nel caso di ArduinoLeonardo, invece, avreste avuto bisogno di due relais esterni, possibilmente entrambi montati sullo stesso modulo.
Stesso discorso può essere fatto per l'interfaccia RS232 e così via dicendo.

Specifiche tecniche

L'hardware a disposizione è:

  • Contenitore: 6 moduli da barra DIN; 
  • Dimensioni (WxLxH): 102 x 88 x 66 mm;
  • Connettori: Estraibili passo 5mm;
  • Processore: AVR ATmega32U4 @16 MHz;
  • Memoria Flash Totale/Disponibile: 32k/28k;
  • RAM Disponibile: 2,5k;
  • EEPROM interna: 1k;
  • EEPROM esterna: 2k (64k opzionale);
  • Bus supportati: RS232, RS485, SPI, 1-Wire, Ethernet;
  • GPIO: 26;
  • Ingressi analogici: 14 @10bit;
  • Real Time Clock: DS1337;
  • UART (COM): 1 (115200 kbaud max);
  • SPI: 1;
  • I2C bus: 1;
  • PWM: 7;
  • Display LCD e tastiera predisposta;
  • Tensione di alimentazione: 12 VDC.

E se vi state chiedendo quale software sarà necessario utilizzare, la bellezza del progetto si manifesta anche in questo caso, dandovi la piena libertà di utilizzare l'IDE di Arduino, con la quale tanti avranno già, sicuramente, una grande familiarità, potendo beneficiare della vasta documentazione presente su Internet sia in termini di esempi sia di librerie.

Se vi abbiamo incuriosito e avete voglia di studiare la scheda, conoscerne i dettagli e avere maggiore informazioni, potrete facilmente trovare il manuale disponibile sul sito Internet di Seletronica.

In definitiva, più che per "semplici" makers, Archiduino si dimostra una piattaforma utile e versatile con la quale potrete realizzare sistemi di alto livello oppure far fare al vostro progetto il salto di qualità che merita. E tutto questo ad un prezzo molto contenuto perché mentre scriviamo il kit base viene venduto al prezzo di 49 € mentre il kit Plus a 99 €.

Archiduino

Se questo articolo ha suscitato il vostro interesse, sappiate che quanto vi abbiamo detto non è tutto e molto presto vi parleremo ancora di questa piattaforma e delle sue possibilità facendovela vedere all'opera. Stay tuned!

STAMPA     Tags:, , , ,

23 Commenti

  1. Boris L. Boris L. 10 dicembre 2014
    • Seletronica s.a.s. Seletronica s.a.s. 29 gennaio 2015
  2. gfranco78 gfranco78 10 dicembre 2014
    • willygroup willygroup 10 dicembre 2014
      • Seletronica s.a.s. GiulioVietto 11 dicembre 2014
    • Seletronica s.a.s. Seletronica s.a.s. 9 aprile 2015
  3. salvatore.pizza 10 dicembre 2014
    • Joe the Craftsman 10 dicembre 2014
    • Seletronica s.a.s. Seletronica s.a.s. 29 gennaio 2015
  4. Francesco darkstar55 10 dicembre 2014
    • Joe the Craftsman 10 dicembre 2014
      • Francesco darkstar55 11 dicembre 2014
    • Seletronica s.a.s. Seletronica s.a.s. 29 gennaio 2015
    • Massimiliano Miocchi 22 luglio 2016
  5. Emanuele Bonanni Emanuele 11 dicembre 2014
  6. Will_Normac Will_Normac 28 gennaio 2015
    • Will_Normac Will_Normac 28 gennaio 2015
    • Seletronica s.a.s. Seletronica s.a.s. 29 gennaio 2015
  7. DvD 19 febbraio 2015
    • Seletronica s.a.s. Seletronica s.a.s. 9 aprile 2015

Scrivi un commento