EOS

Il potere della musica sulla mente: ne conoscete gli effetti?

La musica ci accompagna per gran parte della nostra vita, sia che siamo impegnati nel lavoro sia nel nostro tempo libero. Ogni giorno ci regaliamo una dose di musica, dunque, perché non interessarci e scoprire quali effetti ha sulla nostra psiche, sulle nostre emozioni e come ci influenza giornalmente? In questo articolo approfondiremo i meccanismi secondo i quali l’arte musicale condiziona la mente, rafforzando anche alcune delle nostre facoltà mentali come la memoria.

“Ho i miei dolori, amori, piaceri particolari; e tu hai i tuoi. Ma dolore, gioia, desiderio, speranza, amore, appartengono a tutti noi, in ogni tempo e in ogni luogo. La musica è l’unico mezzo con cui sentiamo queste emozioni nella loro universalità.”
HA Overstreet

Musica e suoni

Diverse sono le definizioni che si possono dare di musica, non è facile trovarne una che sia univoca. Secondo i dizionari e le enciclopedie è possibile definirla:

  1. Arte e tecnica della combinazione dei suoni, secondo regole e generi diversi, come espressione culturale”;
  2. L’arte che consiste nell'ideare e nel produrre successioni strutturate di suoni semplici o complessi, che possono variare per altezza per intensità e per timbro, per mezzo della voce umana, di strumenti o della combinazione di entrambe queste fonti”;
  3. Il particolare linguaggio che rende possibile la notazione scritta dei suoni(figura 1) e che, nella tradizione occidentale, collega i suoni (note) secondo rapporti diacronici (melodia), rapporti sincronici (armonia) e rapporti di durata (ritmo)”.

Come riporta la terza definizione è importante notare il termine “linguaggio”, in quanto l’arte della musica è effettivamente linguaggio universale quanto lo è la semplice comunicazione: oltre ad essere presente in tutte le culture, la musica e il linguaggio condividono la possibilità di essere riportati sotto forma di scrittura, di produrre un numero infinito di suoni e frasi e di avere in comune l’utilizzo del canale uditivo - vocale.

Figura 1: La musica come il linguaggio, forma scritta

Figura 1: La musica come il linguaggio, forma scritta

Avendo parlato di combinazione ed insieme di suoni è utile approfondire anche su essi: definiamo suono la sensazione percepita dalla vibrazione di un corpo in oscillazione, quest’ultima interpretabile come uno spostamento e conseguentemente si parla di onda. La velocità del suono è di 331 m/s a 0 °C, in quanto varia dalla temperatura e dallo “stato del materiale”: nell'acqua il suono ha una velocità di propagazione maggiore rispetto quella che possiede nell'aria (Figura 1).

L’apparato uditivo

Ma come funziona l’apparato uditivo (figura 2)? Per correttezza è importante ricordare riassumendo come “ragionano” le nostre orecchie. Innanzitutto, le orecchie sono composte da tre parti differenti: orecchio esterno, orecchio medio e orecchio interno; ogni parte di esse svolge un compito diverso. L’orecchio esterno, quindi quella parte visibile, è costituito da cartilagine ed è composto dal padiglione auricolare. La sua [...]

ATTENZIONE: quello che hai appena letto è solo un estratto, l'Articolo Tecnico completo è composto da ben 2786 parole ed è riservato agli abbonati PLATINUM. Con l'Abbonamento avrai anche accesso a tutti gli altri Articoli Tecnici MAKER e PLATINUM e potrai fare il download (PDF) di tutti gli EOS-Book, Firmware e degli speciali MONOTEMATICI. ABBONATI ORA, è semplice e sicuro.

Abbonati alle riviste di elettronica

14 Commenti

  1. Emanuele Bonanni Emanuele 9 agosto 2016
  2. Marcello Colozzo Marcello.Colozzo 1 9 agosto 2016
    • Maurizio Di Paolo Emilio Maurizio 9 agosto 2016
      • Marcello Colozzo Marcello.Colozzo 1 10 agosto 2016
  3. Maurizio Di Paolo Emilio Maurizio 9 agosto 2016
  4. Giovanni Di Maria Giovanni Di Maria 9 agosto 2016
    • Marcello Colozzo Marcello.Colozzo 1 9 agosto 2016
  5. Marcello Colozzo Marcello.Colozzo 1 10 agosto 2016
  6. Forkber Forkber 11 agosto 2016
  7. Alessandro Morgia Alessandro Morgia 17 settembre 2016
    • Marcello Colozzo Marcello.Colozzo 1 17 settembre 2016
  8. Alessandro Morgia Alessandro Morgia 17 settembre 2016

Scrivi un commento

EOS