Il talk sull’Energy Harvesting al Campus Party @ Milano

La raccolta dell'energia ha come obiettivo la riconversione delle fonti energetiche liberamente disponibili nell'ambiente in una sorgente elettrica per alimentare qualsiasi dispositivo elettronico. Il potenziale impatto dell'energy harvesting è senza dubbio di notevole rilievo, con la possibilità di ridurre i costi di gestione hardware ma soprattutto di tenere a cuore il nostro ambiente.

Il giorno 20 luglio alle ore 20.00 durante il Campus Party @ Milano si terrà un talk dal titolo "Energy Harvesting: raccogliamo energia dall’ambiente" tenuto da Maurizio Di Paolo Emilio. Campus Party è l'evento per eccellenza dell'innovazione dove i partecipanti sono tenuti a presentare le loro esperienze e a partecipare a vari eventi hackathon. L’Arena è il cuore dell’evento, con sette palchi tematici: Business (in collaborazione con l’Università Bocconi), Coding (grazie alla gentile collaborazione di Codemotion), Entertainment, Science, Creativity e Technologies. Nell’area Arena si svolgeranno i CPHack (hackathon e call for ideas in formato Campus Party) e vi saranno spazi dedicati alle Community — per meetup e networking . Elettronica Open Source sarà presente con il suo stand e con l'organizzazione di un Hackathon su ESPertino dove parteciperanno i team (o singoli) selezionati dalla redazione attraverso la Call for Idea.

L'obiettivo del talk è quello di mettere in luce tutta una serie di risorse per estrarre energia dall'ambiente e per ricaricare automaticamente una batteria o anche per alimentare direttamente il dispositivo elettronico. Le principali applicazioni trovano spazio nel settore low power dell'IoT e, in particolare, nel Wearable dove i requisiti di fattore di forma ridotto limitano l'utilizzo di soluzioni a batterie di estrema durata.  La maggior parte dell'elettronica a bassa potenza, come sensori remoti e dispositivi embedded, sono alimentati da batterie. Tuttavia, anche le batterie a lunga durata sono limitate nel tempo e devono essere sostituite. Le tecnologie per la raccolta di energia possono garantire una durata di vita illimitata di apparecchiature a bassa potenza ed eliminano così la necessità di sostituire le batterie in condizioni costose, impraticabili o pericolose.  La maggior parte delle applicazioni per la raccolta di energia sono progettate per essere autosufficienti, economicamente convenienti e richiedono poca o nessuna manutenzione per molti anni. Inoltre, l'alimentazione viene utilizzata più vicina alla sorgente, eliminando così le perdite di trasmissione e lunghi cavi.

Durante il talk verranno analizzate le forme di energia disponibili per la conversione e alcune soluzioni circuitali per realizzare un sistema low power per alimentare differenti dispositivi elettronici. Verrà fatta anche una panoramica di  soluzioni IC già disponibili nel mercato. Negli ultimi anni, il mercato relativa alla tecnologia di energy harvesting ha decisamente fatto passi da gigante, forte anche della richiesta di numerosi dispositivi sempre più complessi e di lunga durata.  Attraverso le batterie a film sottile con materiali sempre più performanti e la nuova tecnologia dei trasduttori sempre più corredata da un mix tecnologico di meccanica e microelettronica, la raccolta di energia potrebbe essere la prossima grande frontiera delle energie rinnovabili sia nel settore high power che low power.

Nel seguente link trovate tutte le informazioni per partecipare all'evento.

 

 

Iscriviti e ricevi GRATIS
Speciale Pi

Fai subito il DOWNLOAD (valore 15€) GRATIS

Una risposta

  1. Giovanni Di Maria Giovanni Di Maria 10 luglio 2017

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti e ricevi GRATIS
Speciale Pi

Fai subito il DOWNLOAD (valore 15€) GRATIS