L’oscilloscopio VOLTCRAFT DSO-3204

In combinazione con un computer compatibile con Windows® con 2 porte USB, il dispositivo dispone di quattro canali per l'acquisizione di segnali fino a 200 MHz. La funzione di analisi FFT rende possibili analisi spettrali. Primo premio per il contest!

Introduzione

I progettisti, gli hobbisti, gli studenti e tutti gli amatori dell'elettronica non possono non avere nel proprio laboratorio questo strumento di misura. Si tratta di un'apparecchiatura che può arricchire, e di tanto, il valore tecnico del proprio laboratorio. Andiamo a conoscere, innanzitutto, le sue caratteristiche tecniche principali:

  • quattro canali separati CH1 - CH4;
  • sonda con rapporto di divisione regolabile: 1:10, 10:1, 100:1, 1000:1;
  • impedenza: 1 MΩ/25 pF;
  • base temporale 2 ns - 1000 s/div;
  • deflessione verticale 2 mV - 10 V/div;
  • impedenza di ingresso 1 MΩ;
  • accoppiamento d'ingresso AC, DC, GND;
  • tensione massima d'ingresso 35 V/DV o 35 Vp/AV;
  • risoluzione verticale 8 bit;
  • memoria 64K/1CH 32K/2CH 16K/4CH;
  • modalità trigger Auto, Normal, Single;
  • tensione di alimentazione USB;
  • peso 900 g;
  • altezza 100 mm;
  • lunghezza - profondità 190 mm;
  • larghezza 35 mm;
  • temperatura di esercizio da 0°C a +40°C (da 15% a 80% rF);
  • temperatura d'immagazzinamento da -20 °C a +60 °C (da 15% a 85% rF);
  • categoria di misura CAT I;
  • frequenza di campionamento/canale 250 MSa/s;
  • funzioni Fast Fourier Transform (FFT);
  • 20 misure automatiche;
  • misure automatiche con il cursore;
  • funzioni matematiche di addizione, sottrazione e moltiplicazione.

Si collega a un computer compatibile con Windows, dotato di 2 porte USB. Tra tutti gli aspetti positivi che derivano dall'utilizzo con un computer, spicca senz'altro quello di poter memorizzare i dati misurati e gli oscillogrammi su memoria di massa, per poterli poi essere ulteriormente osservati, analizzati ed elaborati. E' anche possibile esportare le misurazioni in formato Excel. L'oscilloscopio dispone di quattro canali indipendenti. Essi possono acquisire segnali con banda passante fino a 200 MHz. La funzione Auto-Set aiuta tanto i principianti, regolando automaticamente le impostazioni dell'oscilloscopio, in base al segnale sotto misura. Inoltre, le funzionalità del trigger rendono il dispositivo molto semplice da usare. Una delle più importanti funzioni di analisi presenti è quella dell'FFT, che rende possibile sofisticate analisi spettrali sui segnali.

Controlli

Come detto prima, l’oscilloscopio è utilizzato con un computer basato su Windows, con due interfacce USB 2.0. Per la misurazione sono presenti quattro canali d'ingresso, tra loro completamente indipendenti. Il collegamento delle sonde al DSO avviene mediante connettore BNC. Il funzionamento e la visualizzazione avviene tramite l'apposito software di misurazione, in dotazione. I valori d'ingresso dei segnali non devono superare i 35 V/CC o 35 V/CA e un utilizzo diverso da quello descritto nel manuale potrebbe danneggiare il prodotto e comportare rischi associati.

I controlli, osservabili anche in figura 1, prevedono le seguenti connessioni:

  1. CH 1: ingresso del segnale da misurare su BNC Canale 1;
  2. CH 2: ingresso del segnale da misurare su BNC Canale 2;
  3. CH 3: ingresso del segnale da misurare su BNC Canale 3;
  4. CH 4: ingresso del segnale da misurare su BNC Canale 4;
  5. CAL: uscita per la calibrazione 1KHz/2Vp-p segnale ad onda quadra;
  6. Porta USB: connettore USB tipo B;
  7. PRG: non disponibile;
  8. Connettore USBXI per funzionamento multi-strumento.
Figura 1: i controlli dell'oscilloscopio

Figura 1: i controlli dell'oscilloscopio

Installazione del software

Per utilizzare l'oscilloscopio è necessario installare il programma a corredo. Allo scopo, accendere il computer e inserire il CD del software in dotazione nell’unità CD del computer. La modalità "Auto Start" avvia automaticamente l’installazione del software. Se esso non dovesse eseguirsi automaticamente, si deve cliccare sul file “setup.exe” nella directory principale del CD.

Collegare, quindi, il cavo USB a "Y" in dotazione alle due porte USB libere sul computer e alla porta USB (6) del dispositivo. Al primo collegamento dell'oscilloscopio al PC viene installato automaticamente il driver per il corretto funzionamento. Se ciò non dovesse avvenire, si deve eseguire la procedura manualmente, accedendo al "Pannello di controllo" e aprendo la "Gestione periferiche". Si selezioni, pertanto, il dispositivo che riporta un conflitto software e proseguire con l'aggiornamento del driver. Esso è memorizzato nella cartella Driver del pacchetto zippato in dotazione contenente, anche, il manuale e il software.

Misurazioni

Per eseguire una misurazione (vedi figura 2) fare clic sull’icona del software installato in precedenza. Per la prima esecuzione si consiglia di riavviare il PC ed effettuare la connessione USB tra il PC e l'oscilloscopio, prima di avviare il programma. Aprire il programma "DSO-XXXX" facendo doppio clic sull’icona del software. Dopo la schermata iniziale del software di misurazione, il dispositivo viene inizializzato ed è pronto all’uso. Con il pulsante software "AUTO" (Autoset) vengono impostati automaticamente tutti i parametri operativi, in modo da ottenere una visualizzazione ottimale del segnale sullo schermo. Tale opzione è particolarmente utile per iniziare a prendere confidenza con l'oscilloscopio.

Figura 2: l'oscilloscopio permette di misurare fino a quattro segnali indipendenti

Figura 2: l'oscilloscopio permette di misurare fino a quattro segnali indipendenti

Il programma al PC

Sebbene l'interfaccia utente risulti estremamente semplice nell'utilizzo, essa è particolarmente potente. La figura 3 mostra il pannello dei comandi con tutte le opzioni di programma, facilmente accessibili dall'operatore. A grandi linee, ecco le principali componenti:

  1. menù principale: tutte le impostazioni sono disponibili nel menu principale;
  2. barra degli strumenti;
  3. visualizza le informazioni del trigger: mostra la pendenza del fronte del trigger, la sorgente e il livello;
  4. pannello orizzontale: l'utente può modificare il Tempo e la Divisione in tale pannello;
  5. pannello verticale: l'utente può attivare o disattivare il CH1, CH2, CH3 e CH4. Inoltre egli può modificare la divisione della tensione dei quattro canali, l'accoppiamento e l'attenuazione della sonda;
  6. pannello del Trigger: in questo pannello, l'utente può cambiare la modalità trigger, lo sweep, la sorgente e lo slope;
  7. visualizza l'ora del sistema;
  8. il marker mostra il livello del trigger;
  9. visualizza le impostazioni principali;
  10. visualizza le informazioni del CH1, CH2, CH3, CH4. Le letture mostrano l'accoppiamento dei canali e i fattori di scala verticale. L'icona "B" indica che il canale ha una larghezza di banda limitata;
  11. collegamento;
  12. gli indicatori mostrano i punti di riferimento su CH1, CH2, CH3 e CH4 delle forme d'onda visualizzate. Se non ci sono marker, il canale non viene visualizzato;
  13. il marker mostra la posizione di trigger orizzontale;
  14. lo stato del trigger indica quanto segue:
    1. AUTO: l'oscilloscopio è in modalità automatica e sta acquisendo forme d'onda in assenza di trigger;
    2. Trig'D: l'oscilloscopio ha registrato un trigger e sta acquisendo i dati post trigger;
    3. STOP: l'oscilloscopio ha terminato di acquisire i dati della forma d'onda;
    4. RUN: l'oscilloscopio sta funzionando regolarmente.
Figura 3: il programma al PC per le misurazioni con l'oscilloscopio DSO-3204

Figura 3: il programma al PC per le misurazioni con l'oscilloscopio DSO-3204

Compensazione dei puntali

Si raccomanda di eseguire la funzione di compensazione per migliorare l'adattamento tra la sonda e l'ingresso del canale. Tale operazione dovrebbe essere eseguita la prima volta che si collega una sonda a qualsiasi canale di ingresso. Si tratta, in pratica, di regolare un trimmer fino a quando un segnale quadro esterno sia visualizzato in maniera perfetta sullo schermo. Occorre utilizzare un cacciavite non metallico per effettuare tale operazione.

Auto calibrazione

La routine di auto calibrazione consente di ottimizzare il segnale dell'oscilloscopio per la massima precisione di misurazione. E' possibile eseguire tale funzione in qualsiasi momento, ma diventa necessaria quando la temperatura d'ambiente cambia di 5°C o più. Per una calibrazione accurata, si deve accendere l'oscilloscopio e attendere venti minuti per assicurarsi che esso si riscaldi. Per compensare il segnale, si devono scollegare eventuali sonde o cavi dai connettori di ingresso. Quindi, si acceda all'opzione "Utilità -> Calibrazione" e si seguano le istruzioni sullo schermo. La procedura di auto calibrazione richiede alcuni minuti.

Zoom degli oscillogrammi

Il software interrompe l'aggiornamento della forma d'onda dopo che l'utente ha cliccato sul pulsante "Stop". L'utente può cambiare la visualizzazione della forma d'onda regolando la scala e la posizione. Quando si modifica la scala, la dimensione della forma d'onda aumenta o diminuisce. Quando, invece, si cambia la posizione, la forma d'onda si muoverà nelle quattro direzioni (su, giù, destra o sinistra). L'indicatore di riferimento del canale identifica ogni forma d'onda sul display. L'utente può fare clic su "Zoom avanti/indietro" nel menu "Acquisisci", quindi cliccare con il tasto sinistro o destro del mouse sul display per ingrandire o ridurre la forma d'onda. Inoltre, l'utente può anche cambiare la divisione del tempo per ottenere lo stesso risultato.

Fornitura

La confezione comprende:

  • l'oscilloscopio USB;
  • il cavo USB;
  • il software e manuale d’uso su CD;
  • la guida rapida.

In ogni caso in rete è possibile trovare aggiornamenti, sia della documentazione che del software.

>>>Leggi anche: Tracciatore di tensioni per oscilloscopio

Conclusioni

Si tratta, indubbiamente, di un bellissimo regalo da non lasciarsi scappare dalle mani. Un prezioso strumento di misura che contribuirà a far crescere la qualità del laboratorio e la professionalità del proprio lavoro.

 

7 Commenti

  1. Giordana Francesca Brescia Giordana Francesca Brescia 12 giugno 2019
  2. Alessandro Alessandro 17 giugno 2019
  3. SeggeTauli 24 giugno 2019
  4. maurizio.mussino 4 luglio 2019
  5. maurizio.mussino 5 luglio 2019
  6. Giordana Francesca Brescia Giordana Francesca Brescia 9 luglio 2019

Scrivi un commento