Novità dalla Microchip per l’affidabilità e la scalabilità della rete

La Microchip amplia il suo portafoglio di prodotti, basati sulla sincronizzazione delle informazioni, per risolvere le sfide d'implementazione, affidabilità e scalabilità della rete.

Microchip annuncia il PackeTime Precision Time Protocol (PTP), assieme al TimeProvider 4100 Release 2.0. Le novità forniscono soluzioni a una delle più grandi sfide della rete 5G, per la sincronizzazione di volumi elevati. Un'altra sfida consiste nel mantenere i servizi operativi tramite il Global Navigation Satellite System (GNSS), a causa della vulnerabilità come inceppamenti o perdite di segnale. Il TimeProvider aggiunge il supporto Ethernet a 10 Gigabit (GE), una modalità operativa che riduce i costi e migliora la distribuzione dei dati. Esso è stato già accettato dalla SK Telecom in Corea.

Con il TimeProvider 4100 è possibile supportare gli ultimi standard ad alta precisione di classe ITU-T. Essi impongono la gestione di tempo estremamente preciso su reti ottiche, in modo che gli operatori possano utilizzare la tecnologia DWDM (Dense Wavelength Division Multiplexing). IGM 3.0 offre tempi e fasi precise e nuove funzionalità, con oscillatori e ricevitori GNSS potenziati. Il ricevitore avanzato accelera l'acquisizione del segnale satellitare e migliora la sicurezza, accedendo a più costellazioni GNSS simultaneamente. Esso supporta GPS, Galileo (Europa), QZSS (Giappone) e GLONASS ed è pronta per Beidou.

 

Scrivi un commento