Perché conviene consultare i datasheet

Quando una persona deve prendere le medicine, il primo pensiero è quello di leggere il "bugiardino" ovvero quel piccolo foglietto stampato che si trova all'interno della scatola e che illustra la composizione del farmaco, le caratteristiche, le modalità d'uso e le avvertenze. Il progettista elettronico dovrebbe fare la stessa cosa, consultando i datasheet. Vediamone il perché.

Il datasheet è la documentazione completa di un componente elettronico, solitamente scritta in lingua inglese e distribuita in formato PDF. La sua consultazione è fondamentale, quando si decide di realizzare un progetto. Consultando un datasheet si ha la garanzia di lavorare e di procedere nel modo giusto e corretto, poiché le informazioni stampate sono fornite direttamente dalla azienda che ha prodotto il componente. Quali informazioni troviamo nel prezioso documento?

  • Il nome del produttore;
  • Il nome e la sigla del componente;
  • La descrizione generale;
  • Il pinout e la forma del contenitore;
  • I valori massimi e minimi entro cui il componente deve lavorare (Absolute maximum ratings);
  • Varie caratteristiche elettriche;
  • Tanti test e grafici di diversi parametri in vari domìni;
  • Le misure del package, con la precisione, a volte, anche del decimo o del centesimo di millimetro;
  • Altre informazioni.

I programmatori che utilizzano i microcontrollori, a volte, consultano la Rete alla disperata ricerca delle porte di I/O di un determinato tipo di MCU oppure vogliono le precise temporizzazioni per implementare il protocollo SPI in un circuito di comunicazione bilaterale, per esempio. Si, è giusto cercare informazioni su Internet ma è ancor più corretto documentarsi sul datasheet del componente. Specialmente in questa tipologia di componenti elettronici, è presente, non solo la parte hardware del dispositivo, ma anche tutta la documentazione che riguarda la programmazione e le caratteristiche software del micro.

Parlando, ad esempio, di un qualsiasi microcontrollore possiamo trovare e reperire una grande quantità di preziose informazioni. Le tensioni di alimentazioni dei vari pin e delle porte non saranno più un segreto per noi. Scopriremo tutte le funzionalità e le capacità del componente elettronico, che tipologie di protocolli supporta (SPI, Seriale, UART, I2C), eccetera. In questo modo eviteremo di sbagliare e distruggerlo.

Un datasheet è una fonte inesauribile di informazioni.

Inoltre, in un microcontrollore, i vari pin, si sa, assumono diverse funzionalità e finalità di impiego. Essi possono diventare, magicamente, porte digitali, porte analogiche, erogatori di segnale PWM ma anche linee di servizio per le comunicazioni dati di vario tipo. E il primo aiuto per il collegamento elettrico, la temporizzazione e la programmazione arriva proprio dal datasheet.

Nella programmazione dei PIC, ad esempio, ho trovato le soluzioni immediate ai problemi di localizzazione dei terminali e di implementazione dei protocolli e dei sistemi di comunicazione, con tante indispensabili notizie su temporizzazioni, livelli di tensione, ecc. Insomma, una vera miniera d'oro.

E allora, i maker, gli hobbisti, gli studenti, i progettisti e i professionisti, prima di cercare aiuto su Internet, prima di chiedere insistentemente informazioni ad amici e colleghi, prima di "postare" domande sui forum specializzati, si soffermino un po' su questo prezioso e grandioso documento delle caratteristiche. Consultiamo, dunque, i datasheet.

 

Scarica subito una copia gratis

Una risposta

  1. Maurizio Di Paolo Emilio Maurizio Di Paolo Emilio 16 Maggio 2017

Scrivi un commento

Seguici anche sul tuo Social Network preferito!

Send this to a friend