Raspberry Pi in potenza non vi basta? Ecco 3 valide alternative

Ancora una volta parliamo di schede elettroniche nate per la prototipazione rapida e la progettazione. L'incredibile successo planetario di Raspberry Pi ha rappresentato la migliore occasione per tutti per imparare qualcosa di nuovo, almeno finora. Oggi, ci rivolgiamo agli utenti più esigenti, quelli che di connettività, periferiche, GPIO e velocità non sanno proprio accontentarsi. Vi presentiamo, quindi, alcune valide alternative al nostro amato Raspi, con le quali riuscirete sicuramente a dare ancora più spazio alla vostra fantasia.

Crediamo sia bello ed importante parlare delle schede di prototipazione che si sono rese protagoniste negli ultimi anni. Concordemente pensiamo che sia utile proporvi ciò che riteniamo tecnologicamente valido.
Raspberry Pi, per chi non la conoscesse, è una scheda di prototipazione standalone in grado di funzionare come un PC praticamente autonomo. Lo abbiamo visto in funzione tante volte e non soltanto perché abbiamo parlato del fatto che lavora con Linux ma anche perché gli abbiamo visto fare da sistema di video sorveglianza, da media center e tanto, davvero tanto altro ancora.

Ma sappiamo bene che le schede di prototipazione si distinguono tra loro in funzione di diversi parametri, prima tra tutte la velocità. L'elaborazione dei dati dipende fortemente dal tipo di processore a bordo e oltre quello a bordo di Raspberry Pi ci sono una serie di processori, anche di ultima generazione, che si sono resi protagonisti sulla scena.

Raspi è un progetto che nel corso del tempo è cresciuto sia per numero di uscite sia per tipo di periferiche disponibili sia come velocità. Ma ad alcuni di voi tutto questo non basta ancora ed è per questo motivo che oggi vi suggeriamo quali schede possono aiutarvi nella progettazione oltre Raspi.

Ecco a voi le alternative

Intel Edison

edison

La scheda è un vero capolavoro di ingegneria e progettazione ed è semplicemente perfetta per la realizzazione di ogni prototipo o applicazione in cui serva un processore performate ed una connettività pressochè totale. Di seguito vi riportiamo le caratteristiche principali iniziando dai componenti:

  • SoC: 22 nm Intel® SoC con dual-core, dual-threaded Intel® Atom™ CPU @500 MHz e microcontrollore a 32-bit Intel® Quark™ @100 MHz;
  • RAM: 1 GB LPDDR3 POP (2 canali 32bits @ 800MT/sec);
  • Flash storage: 4 GB eMMC  (v4.51 spec);
  • Wi-Fi: Broadcom 43340 802.11 a/b/g/n Dual-band (2.4 and 5 GHz);
  • Bluetooth: Bluetooth 4.0.

Parliamo, ora, di alimentazione e caratteristiche in termini di consumi:

  • Input: 3.3 - 4.5 V
  • Output: 100 mA @3.3 V and 100 mA @ 1.8 V
  • Power:
    • Standby: 13 mW
    • Standby (Bluetooth 4.0): 21.5 mW (BTLE in Q4-14)
    • Standby (Wi-Fi): 35 mW

Come dicevamo, la connettività di cui è capace è pressochè totale, vista la dotazione in interfacce:

  • SD card (x1);
  • UART (2 controllers: 1 full flow, 1 Rx/Tx);
  • I2C (x2);
  • SPI (1 controller con 2 chip selects);
  • I2S (x1);
  • GPIO: Additional 12 (with 4 capable of PWM);
  • USB 2.0 (x1 OTG);
  • Clock output: 32 kHz, 19.2 MHz.

Ed ora, veniamo al vero punto forte della scheda. Se non la conoscete, lasciatevi stupire dalle dimensioni di Intel Edison:

  • Larghezza: 25 mm
  • Altezza: 3.9 mm
  • Profondità: 35.5 mm

Il kit di sviluppo Intel Edison è progettato per eliminare ogni barriera tra lo sviluppatore meno esperto e l'internet delle cose. Inventori, Makers, imprenditori, studenti, docenti, professionisti in tutti i settori, con questa scheda, avranno modo di sperimentare ed imparare a creare progetti di altissimo livello.

Ma parliamo del prezzo: la scheda in sè costa € 57,95 ma per poterla utilizzare, dato il particolare connettore in uso, avrete bisogno di una scheda per il debug e la connessione via USB, la quale costa € 26,95 ed è disponibile a questo indirizzo.

Banana Pi

Banana Pi è una scheda veramente sorprendente che, già dal nome, suggerisce l'idea di essere in qualche modo legata al progetto "del lampone".

banana pi

Dal punto di vista tecnico, Banana Pi propone una serie di caratteristiche che fanno davvero girare la testa, a cominciare dal processore, un Cortex-A7 Dual-Core da 1 GHz. Se siete a caccia di qualcosa di più del vostro Raspi, infatti, avrete a disposizione non soltanto una CPU molto più veloce ma anche tanta memoria in più: 1 GB di RAM e supporto per memorie esterne di tipo SD ed MMC.

Ma non è finita perché anche per quanto riguarda la grafica ci sono ottime notizie in arrivo: la sua gestione è affidata ad un processore Mali400MP2. Ed anche per quanto riguarda le interfacce non manca davvero niente: USB 2.0 (ne supporta 2), RCA (Video), HDMI™, Audio stereo (con jack da 3,5 mm), connessione LAN Ethernet (10/100/1000 Mbit /s), interfaccia SATA ed Infrarosso.

Stiamo prendendo in considerazione una scheda decisamente più performante rispetto a Raspberry Pi e che viene sfidata soltanto dalla sua più recente versione (2.0). Senza contare che in questo caso abbiamo un pieno supporto per i sistemi operativi Android ed Ubuntu, il che di sicuro vi concederà la libertà di scegliere quale preferire soprattutto in funzione delle vostre abitudini o della specifica applicazione. Tutto questo a maggior ragione dal momento che la scheda viene venduta senza sistema operativo; in questo modo, avrete la libertà di sceglierlo prima di cominciare.

Rispetto a Raspberry Pi resta un piccolo neo riguardante la connettività ad Internet senza fili, dal momento che anche in questo caso avrete comunque bisogno di un dongle Wi-Fi esterno. Non si tratta evidentemente di qualcosa di difficile reperibilità ma resta una deficienza in termini di dotazione.

Dal momento che si tratta di una scheda di grande fascino, estremamente versatile e performante, siamo sicuri che ne vorrete sapere di più, eccovi la documentazione completa, disponibile dato che si tratta di un progetto Open Source.

Per quanto riguarda il prezzo stiamo parlando di una cifra estremamente contenuta: 47,95 €

Udoo

Anche questa è una scheda della quale abbiamo parlato qualche tempo addietro. Una creazione italiana di grandissimo spessore e rilievo, un vero e proprio concentrato di tecnologia ad alto livello.

udoo

Le caratteristiche principali della scheda, quelle che la rendono così interessante, sono la potenza, prima di tutto, e questo grazie alla presenza del processore Freescale i.MX6 (Arm Cortex A9), anche in questa versione QUAD core.
Altre caratteristiche di interesse sono:

  • GPU Vivante GC 2000 + Vivante GC 355 + Vivante GC 320
  • acceleratore grafico integrato per 2D, OpenGL® ES2.0 3D and OpenVG™
  • Atmel SAM3X8E ARM Cortex-M3 CPU (lo stesso di Arduino DUE)
  • RAM DDR3 1GB
  • 76 GPIO disponibili di cui 62 digitali e 14 digitali/analogici
  • pinout compatibile con Arduino
  • HDMI and LVDS + Touch
  • 2 Micro USB (1 OTG type a+b)
  • 2 USB type A (x2) ed 1 connettore USB
  • Analog Audio and Mic
  • On board Micro SD card reader (boot device)
  • CSI Camera Connection
  • Power Supply (6 - 15 V)
  • Ethernet RJ45 (10/100/1000 MBit)
  • predisposizione per connettività Wi-Fi
  • supporto per interfaccia SATA.

La versatilità offerta dalla compatibilità con le shield Arduino, soprattutto, come dicevamo, grazie all’integrazione dello stesso microcontrollore di Arduino Due (Atmel SAM3X8E) e dei relativi connettori, rende questa scheda immediatamente utilizzabile ed interagente con quanto abbiate già sviluppato e non vorrete ricominciare da zero.
Tutto questo sarà semplicemente più semplice sfruttando le molteplici potenzialità della scheda, soprattutto in termini di connettività, anche perché, tanto per fare un esempio, come ben sapete, Raspi non supporta SATA, ha Ethernet ma non il Wi-Fi, interfacce ormai tutte indispensabili.

Non si tratta, quindi semplicemente della sua versione potenziata e infatti nasce proprio nello spirito di creare una scheda che non sia nè Arduino nè Raspberry Pi e che nel contempo sia più potente di entrambe messe insieme. Direi risultato raggiunto, non trovate?

Ed ora parliamo del prezzo: dal momento che si tratta della versione più performante di questa scheda, il suo costo supera i 100€, ed in particolare si attesta su 151,54 €.

Tiriamo le somme

In conclusione di questo articolo che cosa consigliarvi? Sicuramente possiamo cominciare dicendo che la prima cosa che dovete capire è di quanta potenza la vostra applicazione ha bisogno. Dopodiché ponetevi un problema: che cosa volete imparare di nuovo? Rispondendo a queste domande troverete sicuramente la vostra strada e sarete in grado di scegliere la scheda anche in base alle possibilità che vi offrirà perché se sarete affamati di esperimenti e conoscenza, non potrete che volere da subito la scheda già adatta ai vostri progetti futuri. In ogni caso, se avete bisogno di fare domande o di chiedere consigli, sappiate che i commenti restano il luogo giusto per interagire e confrontarci tutti insieme.

Tutte le schede di cui abbiamo parlato le trovate disponibili a catalogo CONRAD con spedizione in 24 ore.

Scarica subito una copia gratis

3 Commenti

  1. Mirko Trinca Colonel 13 Giugno 2015
  2. ValePro 14 Giugno 2015
  3. Domenico.Melelli Domenico.Melelli 22 Giugno 2015

Scrivi un commento

Seguici anche sul tuo Social Network preferito!

Send this to a friend