EOS Top12 – Maggio 2016

È online EOS Top12 di maggio la nostra raccolta dedicata all'Elettronica e alla Tecnologia! Nel numero di questo mese troverete articoli di qualità sul mondo dei microcontrollori e molti progetti interessanti: Digital Signage; Kit sensori per Arduino; droni e relativi aspetti progettuali; alimentare il Raspberry Pi con una comune batteria; misura del rumore 2nV/√Hz e della reiezione a 120dB di segnali dell’alimentatore in regolatori lineari; monitor con tecnologia E Ink; IoT nell’agricoltura; motori passo-passo; approccio geometrico alla teoria dei numeri; un innovativo violino creato con la stampante 3D; controllo motore e servomotore per Arduino; periferiche analogiche della serie ADuC7000. Se vi siete persi i numeri precedenti ecco il link. Buona lettura!

1. Digital Signage: la comunicazione del futuro è già qui!
Il "digital signage" (segnaletica digitale) è una forma di comunicazione che sta trovando spazio in molti ambiti commerciali grazie anche all'evoluzione tecnologica attraverso monitor e display. Le ricerche di vari analisti segnano un deciso trend positivo, dimostrando il forte interesse per una progressiva diffusione di questi nuovi sistemi di comunicazione ed intrattenimento. Gli aspetti che evidenziano il principale interesse sono la facilità e flessibilità di programmazione, attraverso l'utilizzo di schermi LCD ed ePaper di varie dimensioni. La semplicità è la chiave del futuro del digital signage.

2. Kit sensori per Arduino
Tutti i sensori in commercio hanno bisogno di circuiti di interfacciamento affinchè possano lavorare correttamente. La scheda Arduino offre la possibilità di effettuare delle sperimentazioni con tutta una serie di sensori che il Kit ALLNET ci mette a disposizione. Il kit sensore per Arduino Uno si compone di oltre 30 componenti individuali per lo sviluppo di progetti per i più svariati campi applicativi. La pratica custodia ne garantisce una perfetta gestione con scomparti utili per il riposizionamento. Il Kit ALLNET si compone di un sensore Hall, LED Buzzer, led RGB smd, modulo tracking e tanti altri sensori analogici e digitali.

3. La rivoluzione della dronotica: aspetti progettuali di un drone
Negli ultimi due anni c'è stato un gran parlare di droni su giornali e testate nazionali, blog, siti web e dibattiti televisivi. Per molte persone si tratta ancora di semplici (si fa per dire) oggetti volanti radiocomandati spesso circondati da nuvole di dibattito molto fumoso in merito alla privacy, al livello di pericolosità e altri dubbi da parte dell'opinione pubblica. Ma che cosa sono davvero questi oggetti che dal campo militare sono passati all'uso civile, portando una vera e propria rivoluzione in una miriade di professioni ? Sono davvero così pericolosi e controversi? Quali sono i risvolti positivi del loro utilizzo, come sono fatti e in che cosa consiste questa 'rivoluzione'? Scopriamolo insieme.

4. Come alimentare il Raspberry Pi con una comune batteria
Mettere un microcontrollore in modalità sleep e/o di wake up fino a nuova istruzione o ad intervalli è una pratica comune in molte applicazioni a bassa potenza, che consente ai dispositivi di rimanere in funzione per anni grazie ad una singola batteria a bottone. Dal momento che ci sono tonnellate di applicazioni in cui si potrebbe desiderare di fare cose simili con un Raspberry Pi, l'autore di questo articolo si è cimentato nel LiFePO4wered/Pi. Scopriamo insieme questo incredibile progetto.

5. Misura del rumore 2nV/√Hz e della reiezione a 120dB di segnali dell’alimentatore in regolatori lineari
Un alimentatore silenzioso, ben regolato, è importante per ottenere prestazioni ottimali in varie applicazioni circuitali. Gli oscillatori controllati in tensione (VCO) e gli oscillatori al quarzo controllati in tensione di precisione (VXXO), rispondono in tempi brevissimi a variazioni della tensione (“segnali”) di piccola entità dell’alimentatore. Gli anelli ad aggancio di fase (PLL) richiedono un alimentatore stabile, poiché segnali dell’alimentatore generano direttamente rumore di fase all’uscita. Gli amplificatori RF richiedono alimentatori silenziosi poiché non hanno un circuito di reiezione di segnali dell’alimentatore, per cui variazioni della tensione del regolatore si manifesteranno sotto forma di bande laterali indesiderate e ridurranno il rapporto segnale/rumore.

6. Il primo monitor al mondo con tecnologia E Ink
Paperlike è un innovativo monitor che mostra tutte le informazioni come su un foglio di carta. Permette di visualizzare, programmare e scrivere senza subire gli effetti della retroilluminazione di un monitor standard. Si tratta di una tecnologia inizialmente diffusa su eBook readers ed estremamente utile soprattutto per chi vuole proteggere i propri occhi spesso affaticati da dure giornate di lavoro passate davanti al pc.

7. La tecnologia IoT nell’agricoltura
Nell'immaginario comune la tecnologia è vista come un termine astruso al concetto di salvaguardia dell'ambiente. D'altra parte ogni seminario o studi di mercato relativi al settore dell'Internet of Things riferisce che nel 2020 ci saranno miliardi di dispositivi elettronici connessi al cloud. In questo articolo si mostra un esempio di come le tecnologie del domani, quelle dietro l'angolo, quelle che i grandi produttori di tecnologia definiscono come la nuova rivoluzione di Internet, possano andare a braccetto con l'ambiente e la produzione di cibo. Il caso che si prende in esame è quello dei filari di viti. Si analizza come e in che modo, a partire dai sensori e dalle reti di comunicazione, l'Internet of Things possa portare le informazioni vitali della pianta fino allo smarphone dell'enologo. E incidere quindi sulla qualità e la quantità della produzione del grappolo d'uva.

8. Algoritmi più intelligenti migliorano le prestazioni dei motori passo-passo
Il motore passo-passo è una scelta diffusa per il controllo intelligente del movimento di precisione. A differenza di un motore a corrente continua standard, che è progettato per la rotazione costante, il motore passo-passo gira attorno ad un asse un passo alla volta. Per questo è ideale per le applicazioni che richiedono precisione nel posizionamento e nel controllo della velocità. Tuttavia, per garantire che il controllo del motore rimanga preciso in tutti i punti di funzionamento dell'applicazione, è importante regolare il motore in base al controller.

9. Un approccio geometrico alla teoria dei numeri
Questo studio nasce seguendo le direttrici dettate da un approccio matematico "trasversale" ritenendo utile osservare ciò che accade nell'insieme N da una prospettiva geometrica, rifacendosi, in particolare, alla visione che David Hilbert aveva della matematica pura, i cui caratteri precipui sono: astrazione, generalizzazione e unificazione. E’ noto che Hilbert propose di studiare il comportamento dei numeri primi su campi arbitrari ed è per questi motivi che, qui, sulla scia della proposta del celebre matematico, si è cercato di studiare il comportamento dei numeri naturali maggiori di 1 in un campo P*k ovvero un campo k-dimensionale dove P* rappresenta l’insieme dei numeri primi positivi.

10. Un innovativo violino creato con la stampante 3D
3Dvarius è un innovativo violino elettronico creato grazie alla tecnologia della stampa 3D e basato sul modello di un vero violino Stradivarius. Il progetto è nato nel 2012, nella mente di Laurent Bernadac, violinista e ingegnere che lo ha concepito inizialmente sul suo computer. Il suo obiettivo era infatti quello di creare un violino elettrico che fosse in grado di soddisfare tutte le esigenze di un musicista classico. Scopriamo di più!

11. Controllo motore e servomotore per Arduino
Il controllo motore e servomotore in progetti industriali è molto rilevante soprattutto se impiegati in sistemi robotici e macchine a controllo numerico, così come in tutta una serie di azionamenti di precisione. Oggi presentiamo un controllo motore DC e passo-passo per Arduino/PCDuino per pilotare fino a 2 motori, e il Servomodulo Arduino con microcontrollore Atmega8A per il controllo personalizzato fino a 8 servomotori. Il Servomodulo è dotato di interfaccia LinkerKit per essere facilmente impiegato in altri progetti esistenti.

12. Le periferiche analogiche della serie ADuC7000
I chip della Analog Devices serie ADuC7000 rappresentano un’ottima scelta per lo sviluppo di sistemi embedded mixed-signal. Dotati di un core ARM7®TDMI 32-bit RISC sono in grado di raggiungere velocità di campionamento fino a 1MSPS. La famiglia dei Microconverter della Analog Devices unisce al microcontrollore ed alla flash embedded, periferiche analogiche di elevata precisione, come i 12 ADC, i DAC, un riferimento di tensione a bandgap ed un sensore di temperatura. Essi si suddividono in due principali categorie, di cui una per applicazioni di basso e medio livello, l’altra destinata ad applicazioni professionali in cui si richiede maggiore velocità e di memoria.

EOS CULT - IIoT (Industrial Internet of Things): quale futuro ci aspetta con l’Industry 4.0?
La quarta rivoluzione industriale è caratterizzata dalla crescente digitalizzazione e interconnessione dei dispositivi, offrendo nello stesso tempo nuove opportunità professionali e sfide di progettazione. Le varie opportunità e la gran parte del cambiamento (necessario) rendono l'industry 4.0 o IIoT (Industrial Internet of Things) uno dei temi più importanti per la gestione aziendale. Il mondo del lavoro vedrà cambiamenti significativi in termini di nuove professioni ed organizzazione portando con sè aspetti positivi e negativi. Come cambierà il lavoro con l'industry 4.0 e quali aspetti tecnologici (standard, sicurezza) saranno determinanti per lo sviluppo?
Soddisfatti della nostra classifica di maggio? Allora non perdetevi il prossimo numero!

Vi ricordiamo che per potervi tenere sempre aggiornati sulle ultime novità di Elettronica e Tecnologia e ricevere la EOS Top12 direttamente nella vostra casella di posta potete iscrivervi alla nostra newsletter.

Vorresti approfondire uno dei 12 articoli? Segnalacelo nei commenti ed esaudiremo la tua richiesta... ma ATTENZIONE solo per gli abbonati!

Non sei ancora abbonato? Sottoscrivi ora il tuo abbonamento.

STAMPA     Tags:,

Una risposta

  1. Maurizio Di Paolo Emilio Maurizio 30 maggio 2016

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *