I sistemi ADAS riducono gli incidenti stradali

I sistemi di assistenza alla guida (ADAS - Advanced Driver Assistance System) forniscono un livello di protezione automatico, migliorando l'esperienza del conducente e offrendo al contempo un maggiore livello di sicurezza.

I sistemi ADAS offrono ai conducenti caratteristiche di sicurezza avanzate come il rilevamento dei punti ciechi, l'avvertimento di collisione e il monitoraggio della pressione degli pneumatici. Offre inoltre anche funzioni di guida autonoma limitate come il controllo della velocità, l'assistenza al parcheggio, il riconoscimento della segnaletica stradale e l'assistenza per il cambio di corsia. Questi sistemi si basano su vari meccanismi di sensing per rilevare l'ambiente circostante del veicolo. Mentre gli ambienti ADAS attuali utilizzano diversi sistemi di rilevamento come ultrasuoni, infrarossi e laser, le soluzioni di rilevamento più comuni sono basate su radar e video. I sistemi di videocamere forniscono anche il rilevamento di oggetti e persone per l'assistenza al parcheggio. I sistemi radar del veicolo sono utilizzati per la prevenzione degli incidenti e il supporto dello sterzo e della frenata autonoma.

Le applicazioni veicolari pongono requisiti elevati in merito all'affidabilità e alla resilienza dei sensori utilizzati. Vibrazioni, sporco, umidità o calore estremo o freddo non devono modificare le specifiche dei sistemi utilizzati. Inoltre, deve essere possibile integrare telecamere e sensori in modo semplice e flessibile nei sistemi avanzati di assistenza alla guida e nei sistemi elettrici dei veicoli. Spesso vengono anche combinate varie tecnologie di sensori, mentre i dati di telecamere e LiDAR vengono tipicamente consolidati al fine di aumentare la gamma, la precisione e l'affidabilità dei sistemi avanzati di assistenza alla guida. Per la misurazione della distanza e la generazione di immagini tridimensionali dell'ambiente, i sistemi LiDAR sono sempre più integrati nei veicoli e nelle macchine mobili. Un raggio laser pulsato misura il tempo di transito del segnale dall'oggetto al rilevatore. Per misurare gli impulsi luminosi nella gamma dei nanosecondi, vengono utilizzati fotodiodi a valanga altamente sensibili (APD) con amplificazione interna su un'ampia gamma dinamica e ampie larghezze di banda. Per ottenere elevate risoluzioni spaziali elevate richieste nei sistemi ottici LiDAR, vengono sviluppati array APD composti da più elementi sensori.

Guidati in gran parte dalla ricerca di una maggiore sicurezza, le case automobilistiche stanno rapidamente incorporando nei veicoli nuove tecnologie e sistemi progettati per aiutare gli automobilisti ad evitare incidenti, migliorando la consapevolezza della situazione, i tempi di reazione e la risposta del veicolo a condizioni avverse.

 

Una risposta

  1. Stefano Lovati Stefano Lovati 5 febbraio 2018

Scrivi un commento

EOS-Academy
EOS-Academy