Starter Kit TRL Funksysteme

Il kit IRIS Starter TRL Funksysteme è stato sviluppato per essere un'introduzione ai moduli radio e un veloce sistema di prototipazione. Ci sono due unità IRIS Starter kit pre-programmate in una configurazione di test. Basta collegare i cavi di alimentazione e il sistema IRIS è pronto per un nuovo progetto.

Introduzione

Un sistema IRIS è costituito da un gruppo di unità disposte in una struttura ad albero collegate tra loro (figura 1). L'unità master determina la connessione all'utente finale tramite, ad esempio, un'interfaccia seriale, un modulo web o un modulo GSM. Le altre unità del sistema sono collegate a varie apparecchiature elettroniche o agiscono come ripetitori per consentire la comunicazione su lunghe distanze. Esistono diversi tipi di unità IRIS con diverse funzioni. Gli ingressi digitali e analogici, le uscite digitali, l'interfaccia seriale, i timer e i contatori sono esempi di alcune delle funzioni disponibili. È possibile configurare le unità IRIS prima di impostare il sistema in posizione o dopo l'utilizzo del collegamento radio o dell'interfaccia seriale.

Figura 1: esempi di collegamento di varie unità IRIS, la prima sulla sinistra è l'unità Master e poi a seguire le restanti Slave

Lo starter kit include (figura 2):

  • 2 IRIS starter kit units:
    • Evaluation board.
    • IRIS base: fa parte della serie di prodotti IRIS ed è sviluppata per l'integrazione in altri sistemi. La serie IRIS contiene diversi modelli che forniscono soluzioni per varie applicazioni. Ci sono due tipi di IRIS-Base: la versione standard utilizza un'alimentazione a 5 volt, mentre la versione a bassa potenza utilizza 3 volt. Tutti i modelli IRIS possono comunicare tra loro tramite coppie di moduli radio o in reti radio più complesse.
    • Antenna.
  • 2 cavi seriali.
  • 2 adattatori AC/DC.
  • 1 CD.

Figura 2: il kit TRL Funksysteme

Caratteristiche

Il kit contiene due unità IRIS Starter kit. Un'unità Starter Kit è composta da due parti: un modulo IRIS Base che gestisce tutte le funzionalità e una scheda di valutazione IRIS che gestisce la connessione all'utente.
Ci sono sei ingressi, quattro uscite, un modulo di comunicazione radio e una porta di comunicazione seriale disponibili su ciascuna unità IRIS Starter kit. Con queste soluzioni e la possibilità di reagire con diverse azioni su eventi diversi, IRIS rende il sistema da realizzare molto flessibile.
La prima cosa da fare, dopo aver collegato le unità, è controllare la comunicazione, assicurandosi che entrambe le unità siano collegate correttamente. Le unità IRIS Starter sono pre-programmate con una configurazione di test.

Le unità IRIS possono essere utilizzate per la supervisione e il controllo di dispositivi esterni. È fondamentale che le unità siano configurate attentamente per una funzione ottimale. Le unità IRIS comunicano tra loro tramite reti radio e con altri dispositivi sfruttando gli ingressi, le uscite e le interfacce seriali. L'unità IRIS Starter kit dispone di sei ingressi che possono essere analogici o digitali a seconda della configurazione. Ogni ingresso ha un pulsante per simulare i valori di input e una connessione per collegare dispositivi esterni come switch, sensori e trasduttori. L'unità IRIS Starter kit dispone di quattro uscite digitali. Ogni uscita dispone di un diodo e una connessione per collegare l'unità IRIS ad altri dispositivi. Le unità IRIS Starter kit gestiscono RS-232 e RS-485, sia half-duplex che full-duplex, a seconda della configurazione. È possibile impostare le unità IRIS in modo che corrispondano all'interfaccia delle unità esterne. Le unità IRIS Starter Kit comunicano tra loro tramite collegamenti radio sulla banda di 433Mhz e in alcuni paesi della banda di 439 MHz. È possibile modificare le frequenze in modo che diversi sistemi IRIS nella stessa area non interferiscano tra loro (figura 3).

Figura 3: collegamento dell'unità

IRIS-Base dispone di interfaccia seriale, ingressi e uscite, che lo rendono adatto ad interagire con la maggior parte dei sistemi. Per collegare IRIS-Base ad altre apparecchiature potrebbe essere necessario un certo numero di circuiti aggiuntivi a seconda dell'applicazione. L'uso più comune di IRIS-Base è come un collegamento radio tra sistemi che sono distanti o mobili. I dati possono essere indirizzati a un PC tramite IRIS-RS232 o IRIS-USB, in un database su Internet tramite IRIS-CUW o può essere utilizzato per controllare le uscite su un IRIS-IO. Con funzioni quali timer e contatori, è possibile configurarli al fine di adattarsi a molte applicazioni diverse tra loro (figura 4).

Figura 4: esempio di applicazione di un IRIS base

In tabella 1 riportiamo alcune caratteristiche principali.

Categoria Starter Kit
Tipo 60901
Frequenza radio 433 MHz
Tensione di esercizio 3.3 V/DC, 5 V/DC
Max. assorbimento di corrente 50 mA
Altezza 11 mm
Larghezza 51 mm
Raggio azione Max. 1000 m
Frequenza di trasmissione 433,050 - 434,775 MHz
Modello Componente sfuso

Tabella 1: caratteristiche del kit IRIS starter

Conclusioni

Il kit Starter IRIS permette un rapido design dei moduli radio utilizzati anche come schede di valutazione. Esempi di applicazioni sono: lettura remota del contatore, M2M (Machine to Machine), macchinette automatiche e slot machine, sistemi di controllo remoto e di misurazione remota, registratore di dati, trasmissione dei valori misurati, logistica di magazzino. L'intervallo di temperatura è compreso tra -10 e +55 °C, offrendo sensibilità in ingresso di -112 dBm (@ 50 Ω) con una velocità di trasmissione pari a 4800 bps (in aria).

Lo Starter Kit TRL Funksysteme 60901 con raggio di azione Max. (campo libero) di 1000 m è disponibile a catalogo CONRAD con spedizione 24H

 

Una risposta

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *