Collaborazione tra SecureRF e Intel

SecureRF e Intel hanno annunciato la loro collaborazione per fornire agli ingegneri soluzioni di autenticazione e di protezione dati  per progetti di Internet of Things (IoT) basati su FPGA Intel. 

Per supportare l'implementazione veloce e semplice, SecureRF fornisce un SDK completo.  Il primo toolkit di sicurezza affronta la scheda di sviluppo Intel DE10-Nano sviluppata intorno al Cyclone V FPGA, insieme alla memoria DDR3 ad alta velocità.  I dispositivi Intel FPGA-SoC sono adatti per un'ampia varietà di funzioni, inclusa la funzionalità di gateway IoT che consente l'autenticazione e il controllo di centinaia di endpoint remoti. Gli endpoint, spesso in esecuzione su processori a 8 o 16 bit, limitano le opzioni per una forte protezione che deve essere eseguita anche su un gateway IoT. I metodi di sicurezza legacy come ECC sono troppo costosi. Il toolkit di sicurezza di SecureRF include il protocollo Ironwood Key Agreement (Ironwood KAP) e l'algoritmo di firma digitale Walnut (WalnutDSA), progettati per funzionare sui più piccoli processori. Ironwood consente a due endpoint di generare un segreto codice condiviso su un canale aperto, mentre WalnutDSA consente a un dispositivo di generare un documento che può essere verificato da un altro dispositivo. Entrambi i metodi sono implementati parzialmente in software sul ARM Cortex-A9 di Intel Cyclone V e parzialmente nella FPGA. Tutte le routine di calcolo intensivo vengono eseguite in hardware per migliorare le prestazioni. Basandosi sul suo strumento di sicurezza Group Theoretic Cryptography, SecureRF afferma che le sue soluzioni sono fino a 60 volte più efficienti di ECC, consumano fino a 140 volte meno energia e sono resistenti a tutti gli attacchi noti.

 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *