Come sarà la fine del mondo?

Questo articolo è lungi dal fare previsioni e azzardare date. Ipotizza le modalità con cui finirà il mondo, tra miliardi di anni. Molte sono le teorie a confronto, alcune per cause naturali, altre più legate all'azione distruttiva dell'Uomo. Ovviamente, il primo punto da considerare è quello di interpretare la "fine del mondo" come la distruzione fisica del pianeta oppure la scomparsa del genere umano da esso.

Prima o poi accadrà, l'Universo è dinamico e in continua espansione. Inoltre la Terra non è sola ma circondata da miliardi di corpi celesti, alcuni dei quali abbastanza vicini. La verità è una sola: nessuno sa con certezza, con un lungo preavviso, quando la nostra "casa galattica" passerà a miglior vita.

Le cause potrebbero essere molteplici e dipendenti da diversi fattori, alcune planetarie e altre da noi determinate. Ogni anno si apprendono notizie d'imminenti catastrofi mondiali che, puntualmente, non si verificano mai (vedi profezie dei Maya, di Camping Harold, e altri).

Una delle cause della fine del mondo è riportata nella Bibbia, la quale spiega con tanti precisi dettagli i paurosi scenari nei quali sicuramente non vorremmo partecipare. Anche le altre religioni parlano di scenari apocalittici, seppur con modalità diverse. Vi consiglio questa lettura dal titolo "P.R.N.A. vs M.A.D.: l’apocalisse non è inevitabile".

Anche le ipotesi scientifiche non sono da meno. Esse sono basate su modelli matematici, su osservazioni millenarie dei corpi celesti e su solide teorie fisiche e astronomiche. Una di queste afferma che la Terra verrà totalmente vaporizzata quando il nostro Sole morirà. E dall'osservazione dei comportamenti di altre remote stelle, tale eventualità non è poi tanto impossibile. Ma tranquilli, il nostro luminare maggiore comincerà a "perdere colpi" tra miliardi di anni.

Un'altra supposizione, abbastanza plausibile, afferma che il nostro pianeta potrebbe essere distrutto dall'impatto di un meteorite. Anche tale idea è lungi dall'essere solo teorica. Si tratta di un evento estremamente casuale e imprevedibile, ma non impossibile. La difesa da parte della nostra cara atmosfera non è certamente impenetrabile e la Luna, con i suoi crateri, dimostra come lo spazio sia molto trafficato. Vi consiglio la lettura di questo articolo dal titolo "In viaggio verso Marte". Ogni anno la Terra è colpita da centinaia di rocce di piccole dimensioni, che si disintegrano prima dell'impatto finale. Ma un frammento dalle giuste dimensioni potrebbe penetrare senza problemi, viste le enormi velocità in gioco. Basterebbe un meteorite da pochi chilometri di raggio (vedi figura 1) a distruggere interamente il pianeta.

Figura 1: foto immaginaria di un grosso meteorite che sta per colpire la Terra

Figura 1: foto immaginaria di un grosso meteorite che sta per colpire la Terra

Ci sono altre teorie al vaglio degli esperti, come quella dei raggi cosmici, d'impatti con altri pianeti "invisibili", di esplosioni stellari, di cambiamenti dei parametri orbitali terrestri (come l'inclinazione dell'asse, la diminuzione del magnetismo o la velocità di rotazione), variazione chimica del pianeta (CO2, O2) e così via. Insomma su queste evenienze la fantasia dell'Uomo è estremamente fertile ma è del tutto corretto e legittimo il fatto che esso focalizzi con precisione le cause che potrebbero minacciare la sua esistenza.

Altre teorie si basano, invece, sulla inesorabile fine che l'Uomo stesso sta consegnando al nostro amato corpo celeste. Guerre, distruzioni, test nucleari, inquinamenti, decimazioni del regno animale e vegetale... non stiamo trattando proprio bene la nostra generosa dimora. E prima o poi ne piangeremo le conseguenze.

Non stiamo trattando proprio bene la nostra generosa dimora

Il pericolo potrebbe anche provenire dal microcosmo. Si parla di probabili attacchi virali planetari (vedi figura 2), magari provenienti dallo spazio attraverso piccole meteore o meteoriti. L'evento non è tanto remoto ma se si verificasse, una buona parte della popolazione perirebbe senza possibilità di ricevere cure immediate.

Figura 2: attacchi virali

Figura 2: attacchi virali

Non è da sottovalutare nemmeno il riscaldamento del pianeta. I ghiacciai stanno scomparendo e l'innalzamento delle acque potrebbe far sommergere molte terre emerse.

Nell'immediato futuro avremo a che fare contro un ospite che avanza verso la Terra. A tal proposito vi consiglio questa articolo dal titolo "Sarà mai possibile viaggiare fra le stelle?". Si tratta dell'asteroide Apophis che si avvicina inesorabilmente a noi e che sta mettendo all'erta scienziati e governi per una nostra possibile reazione tempestiva. Scoperto nel 2004, gli studiosi lo tengono costantemente sotto monitoraggio, prevedendo un passaggio estremamente vicino al pianeta verso il 2036. Sin da adesso sono aperte le iniziative finalizzate a idee e teorie che possano deviare il tragitto del minaccioso corpo celeste.

Escludendo i fenomeni esterni, contro cui l'uomo non potrebbe reagire, l'unica cosa che possiamo fare è quella di trattare meglio il nostro pianeta, rispettandolo e considerandolo ancor di più la nostra dimora. Minori consumi elettrici, immondizia differenziata, minore inquinamento, amore per animali e piante, armonia con ciò che ci circonda (vedi figura 3), tutto questo è sicuramente alla nostra portata. Gaia ci vuol bene e se vede che la rispettiamo, sicuramente ci ringrazierà.

Figura 3: l'armonia con la Natura salverà il mondo

Figura 3: l'armonia con la Natura salverà il mondo

E voi, avete pensato alla fine del mondo? Dobbiamo preoccuparci o la natura è così forte che sarà indistruttibile?

 

 

Iscriviti e ricevi GRATIS
Speciale Pi

Fai subito il DOWNLOAD (valore 15€) GRATIS

24 Commenti

  1. Giovanni Di Maria Giovanni Di Maria 6 settembre 2017
    • Emanuele Paiano Emanuele Paiano 6 settembre 2017
      • Giovanni Di Maria Giovanni Di Maria 6 settembre 2017
        • Riccardo Ventrella Riccardo Ventrella 8 settembre 2017
  2. Roberta Fiorucci Roberta Fiorucci 6 settembre 2017
  3. Daniele Bertaggia 6 settembre 2017
  4. Massimo Spiezia Massimo Spiezia 8 settembre 2017
  5. Maurizio Di Paolo Emilio Maurizio Di Paolo Emilio 8 settembre 2017
    • Giovanni Di Maria Giovanni Di Maria 9 settembre 2017
      • Emanuele Paiano Emanuele Paiano 9 settembre 2017
        • Maurizio Di Paolo Emilio Maurizio Di Paolo Emilio 9 settembre 2017
          • Emanuele Paiano Emanuele Paiano 9 settembre 2017
  6. Riccardo Ventrella Riccardo Ventrella 9 settembre 2017
    • Emanuele Paiano Emanuele Paiano 9 settembre 2017
  7. Mario Toma 11 settembre 2017
  8. Riccardo Ventrella Riccardo Ventrella 13 settembre 2017
    • Mario Toma 13 settembre 2017
  9. Riccardo Ventrella Riccardo Ventrella 13 settembre 2017
    • Mario Toma 14 settembre 2017
  10. Riccardo Ventrella Riccardo Ventrella 14 settembre 2017
    • Mario Toma 14 settembre 2017
  11. Riccardo Ventrella Riccardo Ventrella 14 settembre 2017
    • Mario Toma 16 settembre 2017

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti e ricevi GRATIS
Speciale Pi

Fai subito il DOWNLOAD (valore 15€) GRATIS